La storia di Cika nel nostro Branco

pubblicato in: Storie a lieto fine | 2
Cika è arrivata nel nostro Branco a Gennaio 2017.
Magra, timida e impauritissima, l’abbiamo accolta con non poche difficoltà.
Le foto del giorno del ritiro raccontano senza filtri la sua tristezza e il suo smarrimento.
Cika era un cane spento, svogliato, con nessuna voglia di interagire.
L’unica cosa che l’attivava era il cibo, con il quale aveva peró sviluppato un rapporto morboso.
Davanti a crocchette e premietti era incontrollabile, mangiava aspirando letteralmente le crocchette e non aveva il minimo rispetto degli spazi e saltava su tavolo e bancone della cucina a casa della volontaria che si è offerta di prenderla in stallo.
I mesi sono passati e Cika con noi ha imparato innanzitutto una cosa importante: ha imparato a rilassarsi.
Ha messo peso, il rapporto con il cibo è migliorato, ha iniziato a manifestare atteggiamenti di gioco e spensieratezza.
I momenti di svago al parco, in area cani, a contatti con diversi cani l’hanno aiutata tantissimo a sciogliersi.
Con la volontaria Chiara, che l’ha guidata nel suo percorso di rinascita in questi quattro mesi, ha instaurato un rapporto speciale, di fiducia e di empatia.
Abbiamo così deciso di presentare la nuova Cika al mondo, mettendo il suo annuncio un po’ ovunque sperando che una brava famiglia chiamasse per lei.
Abbiamo incontrato diverse persone, ma purtroppo Cika con gli estranei è molto schiva e diffidente e negli incontri non si è mostrata il cane che tutti si aspettano… Ci rendiamo perfettamente conto che chi fissa un appuntamento per adottare un cane si aspetta un incontro da film fatto di baci e abbracci, è lecito e comprensibile.
​Ma Cika non è un cane che si concede e abbiamo cercato di spiegare agli aspiranti adottanti che ci vuole pazienza con lei.
Nessuno fino a poche settimane fa sembrava aver voglia di accogliere Cika nella propria vita, fino all’arrivo della telefonata dei signori Fanton: una famiglia veneta che non ha fatto una piega quando abbiamo chiesto di recarsi a Bergamo per un paio di incontri con la piccola.
Mamma, papà e figlia si sono presentati a Bergamo con le migliori intenzioni e una grande dose di affetto per Cika. Ovviamente lei ha dato “il peggio di sè” durante queste prima ore di conoscenza, abbaiando e tenendosi a debita distanza. Ma è stata capita. Per la prima volta in vita sua Cika ha conosciuto qualcuno che la capisse, al di fuori del Branco.
Abbiamo così concretizzato l’adozione e da una settimana Cika vive felice in famiglia!
Gioca con la pallina, ha imparato a riportarla, ha una cuccia tutta sua ai piedi del divano.
Il Branco ringrazia di cuore la famiglia Fanton per questo gesto d’amore, per aver scelto un cane non “immediato” ma che sicuramente con il tempo saprà ripagarli con tutto l’amore che un cane sa donare.
Buona vita Cika!

2 Risposte

  1. Buona vita Cika! 💙

  2. Lucio Fanton

    Grazie a tutti voi per l’impegno che dedicate a queste povere bestiole abbandonate a se stesse e tante volte anche maltrattate, Cika qui da noi è cambiata tanto ci ha accolto nel suo cuore e ci fà tantissime coccole specialmente alla mattina, è diventata una giocherellona e è più tranquilla sempre se non sente la porta aprirsi perché allora dà il meglio di se ne l’abbaiare😂😂 però posso dirvi con tutta sincerità che adesso fà parte della nostra famiglia e si merita essere amata come un componente famigliare
    Grazie ancora per il vostro impegno
    Famiglia Fanton

Lascia una risposta

quindici − 11 =